Tumore al colon, la dieta giusta per prevenirlo Ci sono anche alimenti che favoriscono l’insorgenza del cancro quindi è bene fare attenzione.

in Salute

Alcuni studi scientifici di recente pubblicazione hanno permesso di calcolare la percentuale di nuovi casi di tumore (per esempio al colon), attribuibili ad un’assunzione inadeguata di alcuni alimenti. Prendiamo per esempio uno studio pubblicato sul giornale specialistico internazionale JNCI Cancer Spectrum, secondo cui ben il 5,2% (cioè 80.110 casi) di tutti i tumori registrati nel 2015 negli Usa, possono essere stati causati da una dieta inadeguata. Di questi, il 4.4% è correlabile direttamente a questo, mentre nello 0.82% dei casi, il fattore di rischio dipende dall’obesità (ovviamente causata anch’essa da una dieta sbagliata). Lo dice il sito Meteoweb.it.

In termini dietetici, ciò che fa rischiare di più il tumore – riporta in una nota la Società italiana di gastroenterologia e endoscopia digestiva SIGE – è uno scarso consumo di cereali integrali e di latticini ed al contrario consumo elevato di carni processate (come insaccati, salsicce e  wurstel). Il cancro del colon retto è quello che risulta maggiormente collegato ad una dieta sbagliata (ben il 38,3% del totale dei casi), in particolare tra i maschi di mezza età (45-64 anni). Questo tipo di tumore è il terzo più comune in Italia ed in Europa, e nel mondo è pari allo 10.2% di tutti i tipi di tumore; il rischio maggiore è dopo i 50 anni, ma negli ultimi decenni è risultato che si ammalino di più anche i giovani e gli adolescenti, idem per l’obesità.


Possono proteggere, le fibre, la vitamina E, il selenio, i polifenoli e gli omega-3. E’ dunque fondamentale imparare l’importanza dell’alimentazione per prevenire il tumore, in particolare del colon retto, ma non sempre se ne ha la consapevolezza. Averla, non è solo fondamentale a livello sanitario, ma anche sociale ed economico, ha sottolineato la professoressa Filomena Morisco, del Dipartimento di Scienza degli Alimenti dell’Università “Federico II” di Napoli. Il professor Domenico Alvaro, presidente della SIGE, ha anche rimarcato l’importanza dello screening contro molti nuovi casi.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Ultime da Salute

Vai a Inizio pagina