VIDEO Torino: sequestrato arsenale di armi usate da esercito del Qatar

in Cronaca/Le Brevi

Ancora chiedersi se il Qatar sia uno Stato canaglia, esportatore di terrorismo? A pochi giorni dalla scoperta nello Yemen di un enorme carico di armi destinato ai ribelli Houthi, oggi, in Italia -e non in qualche zona di guerra- la Digos di Torino ha sequestrato fucili d’assalto, mitra e persino un missile usato dalle forze armate di Doha. Inoltre, sono state arrestate tre persone.

Le indagini della Digos erano partite un anno fa dopo le intercettazioni su un gruppo di italiani che avevano combattuto in Ucraina. I sospetti sono nati dalle telefonate che hanno intercettato i suoi tentativi di vendere il missile aria aria da guerra di fabbricazione francese per circa 470mila euro. Tra i potenziali acquirenti c’era anche il funzionario pubblico di un paese straniero che si era dimostrato interessato ma pretendeva la documentazione sull’acquisto della bomba.

 

SULLO STESSO ARGOMENTO: 

Centro Alti Studi Averroé, esce il nuovo libro su Qatar e Fratelli Musulmani

Qatar Foundation: indagini della Procura di Roma su finanziamenti sospetti all’ospedale Alma Mater

La Comunità Internazionale chiede al Qatar di rispettare i diritti umani

 

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Costantino Pistilli

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina