Calcio: i danni dei cambiamenti climatici. L’errore di giocare il Mondiale in quel forno chiamato Qatar

in Esteri/Le Brevi

Ci domandiamo come si potranno giocare i prossimi mondiali di calcio in Qatar dove la forte probabilità di un caldo estremo nella sede dei prossimi Mondiali maschili nel 2022, ha spinto la FIFA a far disputare le partite nei mesi di novembre e dicembre per la prima volta negli 89 anni di storia del torneo. Il Qatar stesso aveva incluso nel suo programma un piano per costruire stadi con tecnologia di climatizzazione sia sul campo che nelle aree destinate agli spettatori. Il piano prevede il pompaggio di aria attraverso grandi prese che sono collegate all’acqua fredda. Basterà? La rivista “Scientific American”, in un articolo + ha sottolineato come i rischi per la salute degli interpreti sul campo siano sempre più elevati. Ad oggi l’ondata di caldo record che ha investito l’Europa in questi giorni ha provocato temperature diurne superiori anche ai 100 gradi Fahrenheit (quasi 38 gradi Celsius) , specie in Francia, dove si sta svolgendo la massima competizione calcistica per le donne. Lo stesso è successo in Egitto, dove le temperature sono salite ancora di più durante lo svolgimento della Coppa continentale. Tanto che, un giocatore della Nigeria è stato ricoverato in ospedale e ha dovuto saltare la prima partita della sua squadra in seguito a un vero e proprio crollo durante una sessione di allenamento a causa di una grave disidratazione. E il grande caldo ha anche scatenato una lite tra l’allenatore della selezione del Marocco e gli arbitri per la mancanza di pause che permettessero ai giocatori di rinfrescarsi.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Costantino Pistilli

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina