Francia, spari fuori da moschea a Brest: ferito un controverso imam Ferita anche un’altra persona, che filmava i sermoni del predicatore.

in Esteri/Le Brevi

Spari verso una moschea nella città portuale bretone di Brest: un uomo ha colpiti fuori dall’edificio, situato nel quartiere di Pontanezen, ferendo due persone, tra cui l’imam, Rachid Eljay (Rachid Abou Houdeyfa), un predicatore noto e quanto meno controverso. E’ stato raggiunto da quattro proiettili insieme ad un fedele che filmava i suoi sermoni. Entrambi i feriti non sono in pericolo di vita. Trovato suicida, invece, l’attentatore: il cadavere era nella sua automobile vicino alla moschea. La notizia dell’attacco è rimbalzata anche sui media italiani.

Entrato nel mirino dell’Anti-terrorismo per le sue prediche anti-occidentali (tra l’altro sosteneva che la musica andasse vietata ai bambini, perché li avrebbe trasformati in maiali), Eljay negli ultimi tempi è diventato più moderato. Per esempio, nel 2017, si era iscritto a un corso di formazione per “conformarsi alle regole della laicità” ed aveva esortato i fedeli a votare rispettando la Repubblica.


Per questo suo “cambiamento”, Eljay si era guadagnato una fatwa da parte dell’Isis. Per ora la Procura anti-terrorismo non sta indagando sul caso e non sono state formulate ipotesi: si attendono sviluppi.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina