Terremoto: scossa 3.7 a Roma, provincia, fino a Latina e provincia

in Cronaca/Le Brevi

Anche chi vi scrive ha sentito la scossa di terremoto, 3.7 della scala Richter, che si è fatto sentire per pochi ma intensi momenti da Roma e Provincia fino a Latina e provincia dove le persone si sono riversate in strada, smarrite, impegnate a cercare notizie per capire se poter tornare nelle proprie case o meno. L’epicentro è stato localizzato a Colonna, a sud-est della Capitale a una profondità di 9 km. Atac ha fermato la circolazione della metro C per compiere delle verifiche ma che da poco è ripresa a funzionare.  Secondo l’Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia, l’epicentro della scossa di terremoto avvertita alle 22.43 si trova a 3 chilometri dal comune di Colonna (Roma), ad una profondità di 9 chilometri. Al momento, riferiscono i vigili del fuoco, non ci sono segnalazioni di danni o richieste di intervento ai vigili del fuoco in seguito alla scossa di magnitudo 3.7 avvertita in provincia di Roma.Squadre della Protezione civile regionale del Lazio e dei Comuni, in collegamento con la sala operativa regionale, stanno già effettuando dei monitoraggi nei centri storici delle città dei Castelli romani, a seguito della scossa di terremoto delle 22,43. Non sono segnalati crolli o danni a persone. Anche in Abruzzo la scossa è stata avvertita. Per ora tanta paura e la certezza di una notte in bianco.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it


Costantino Pistilli


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina