G20, Cina: tabù parlare di Hong Kong Trump vorrebbe farlo quando incontrerà Xi Jinping.

in MAIN

Pechino pone il “veto” perché al G20 che si terrà ad Osaka il 28 e il 29 giugno non si parli delle proteste scoppiate a Hong Kong contro la legge sulle estradizioni in Cina. Lo rende noto l’ANSA.
Donald Trump ha invece intenzione di affrontare anche questo argomento, quando incontrerà il presidente Xi Jinping al grande forum commerciale nella città giapponese. Zhang Jun, assistente del ministro degli Esteri di Pechino, nella conferenza stampa di presentazione della partecipazione di Jinping all’evento, ha affermato che quest’ultimo “è un forum la cui attenzione è rivolta alle questioni economiche globali. Posso dire con certezza che il G20 non tratterà le questioni di Hong Kong e noi non permetteremo che il G20 possa discutere le questioni di Hong Kong”. Il ministro ha aggiunto che Hong Kong “è una amministrazione speciale della Cina e, quindi, si tratta di affari puramente interni alla Cina. Nessun Paese o persona straniera ha il diritto di intervenire”.

Alessandra Boga


info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Vai a Inizio pagina