Etiopia: sventato colpo di Stato. Ucciso capo di Stato maggiore delle Forze armate

in Esteri/Le Brevi

Il capo di Stato maggiore delle Forze armate e il governatore di Amhara, una delle nove regioni autonome del Paese, sono rimasti uccisi ieri durante un tentativo di colpo di Stato organizzato da un gruppo di militari. Secondo i resoconti, la rete internet è stata oscurata. Violente sparatorie a Bahir Dar sarebbero andate avanti per almeno 4 ore.  In precedenza, una squadra di killer ha fatto irruzione in un meeting ufficiale uccidendo il presidente dello Stato di Amhara, teatro del tentativo di golpe, e il suo principale consigliere.  Stando alle ricostruzioni della portavoce, poco dopo il capo delle forze di sicurezza nazionali Seare Mekonnen è stato ucciso dalla propria guardia del corpo ad Addis Abeba. Numerose persone coinvolte nel tentato golpe sono state già arrestate, mentre altre indagini sono ancora in corso. “La situazione nella regione di Amhara è attualmente sotto il pieno controllo del governo federale in collaborazione con il governo regionale”, ha scritto su Twitter il premier.  Il capo delle Forze speciali ha assicurato che la maggior parte degli ufficiali golpisti e dei loro sostenitori “sono stati arrestati”.

 

 

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it


Sara Hernandez


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Vai a Inizio pagina