Libia: scoperto carico di armi spedito dalla Turchia e destinato all’esercito di Serraj

in Esteri/Le Brevi

Continuano a spuntare prove dell’asse Fratelli Musulmani-Turchia-Qatar-Seraj. La metà della Libia controllata dal Consiglio presidenziale rappresentato da Fayez al-Serraj hanno ricevuto armi ed equipaggiamento militare dalla Turchia come ha ammesso lo stesso predente Erdogan che all’esercito di Serraj ha anche fornito un veicolo da combattimento di tipo MRAP (Mine-Resistant Ambush Protected) prodotto dalla Turchia e progettato dalla BMC Turkish Company per soddisfare generalmente i requisiti delle forze terrestri turche. E già lo scorso 11 gennaio 2018, le autorità greche hanno confermato a Libia Herald di aver sequestrato un vascello che stava trasportando materiali potenzialmente esplosivi dalla Turchia a Misurata e inoltre, come spesso riportato da vari esperti militari, gli artificieri delle forze armate libiche sono costantmente a lavoro per disattivare cinture esplosive ed ordigni di fabbricazione turca.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Costantino Pistilli

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina