La Premio Nobel per la Pace Shirin Ebadi al Festival del Lavoro: “Grazie agli italiani che accolgono”

in Esteri/Le Brevi

Ieri pomeriggio, giovedì 21 giugno, è iniziato nell’Auditorium Mi.Co Milano Congressi il Festival del Lavoro, inaugurato dalla presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro Marina Calderone. Tra i temi la tutela dei diritti fondamentali delle persone, l’etica del lavoro, la libertà di informazione e la cultura della legalità. Temi che riguardano anche l’immigrazione e i rapporti con gli altri Paesi. Tra gli invitati a partecipare, anche la premio Nobel per la Pace 2003 Shirin Ebadi, prima personalità iraniana e prima donna musulmana a ricevere tale riconoscimento.

“Io ringrazio il buon popolo italiano, che, nonostante alcuni politici siano contro i migranti, li sta aiutando – ha affermato Ebadi – Lo so che alcuni politici non vedono bene i migranti, ma secondo me sbagliano. Se questi migranti vengono accettati e gli viene insegnato un mestiere, possono essere molto utili per il Paese”. E ancora: “Se vengono tenuti ai margini – ha proseguito l’avvocata iraniana in esilio (prima della Repubblica Islamica era giudice, ma le è stato impedito di continuare la professione, ndr) –  non imparano un mestiere e allora sì che diventano un problema”. E conclude: “Io mi meraviglio che i politici non abbiano imparato niente dal Muro di Berlino, infatti erigono altri muri”.

Alessandra Boga

info@almagherbiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina