FBI indaga su Deutsche Bank dopo un rapporto sul riciclaggio di denaro sporco

in Economia/Le Brevi

L’FBI ha contattato un avvocato per un ex dipendente della Deutsche Bank che si è lamentato del fatto che la banca stava ignorando transazioni sospette, tra cui alcune che riguardavano la società immobiliare familiare di Jared Kushner. L’ex specialista di antiriciclaggio della Deutsche Bank, Tammy McFadden, ha dichiarato al New York Times a maggio di aver raccomandato alla banca di allertare il Dipartimento del Tesoro di una serie di trasferimenti di denaro dal Kushner Cos ai russi nel 2016, ma il banca ha deciso contro di essa.
L’avvocato di McFadden, Brian McCafferty, ha detto al Times in un articolo pubblicato mercoledì che è stato recentemente contattato dall’FBI riguardo al suo cliente. Deutsche Bank ha rifiutato di commentare la storia del Times, se non per dire che coopererà con le “indagini autorizzate”.

Kushner Cos. Ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che “qualsiasi accusa riguardante il rapporto tra Deutsche Bank e Kushner Companies che coinvolge il riciclaggio di denaro è completamente inventata e totalmente falsa”. McCafferty non ha risposto ai messaggi lasciati dall’Associated Press. Le banche sono tenute a segnalare alcune operazioni sospette al Dipartimento del Tesoro, ma hanno discrezione su ciò che fa scattare un rapporto. Le transazioni sono tipicamente controllate a vari livelli presso le banche e molte non vengono infine inviate al Tesoro. Le istituzioni finanziarie hanno registrato oltre 2 milioni di transazioni sospette lo scorso anno. La maggior parte di tali rapporti non conduce a un procedimento penale.
In un rapporto del Times di maggio, McFadden ha criticato le pratiche della banca, affermando che aveva un modello di rifiuto delle segnalazioni di attività sospette proposte che coinvolgevano clienti stimati.
Jared Kushner, il genero del presidente, è stato amministratore delegato di Kushner Cos prima delle elezioni, ma dopo si è dimesso per diventare uno dei consiglieri senior di Trump. Il Times di maggio ha anche riferito, citando anonimi ex dipendenti di banca e attuali, che diverse transazioni che coinvolgono la società del presidente Donald Trump sono state segnalate alla banca come sospette ma non sono state trasmesse al Dipartimento del Tesoro.
L’organizzazione Trump non ha risposto alle e-mail e ai messaggi di testo della Associated Press per ottenere un commento.
Due commissioni del Congresso hanno citato in giudizio i documenti della Deutsche Bank come parte delle loro indagini sul presidente Donald Trump e sulla sua azienda. La Deutsche Bank è stata una delle poche banche disposte a concedere prestiti a Trump dopo una serie di fallimenti e inadempienze societarie a partire dai primi anni ’90.
Trump aveva fatto causa alla Deutsche Bank per fermare le citazioni, ma un giudice a maggio ha condannato il presidente.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Costantino Pistilli

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Economia

Vai a Inizio pagina