Desirée Mariottini, indagini chiuse: 7 persone a rischio di processo

in Esteri/Le Brevi

E’ notizia di oggi, venerdì 21 giugno, che la Procura di Roma ha chiuso l’indagine sulla morte di Desirée Mariottini, la 16enne di Cisterna di Latina violentata, uccisa e trovata cadavere tra il 18 e il 19 ottobre 2018 in uno stabile abbandonato in via dei Lucani nel quartiere romano di San Lorenzo, ritrovo di numerosi tossico dipendenti. Sette persone rischiano il processo, tra cui i primi quattro fermati con l’accusa di essere coinvolti nella terribile vicenda: Alinno Chima, 46 anni, nigeriano, Mamadou Gara, detto Paco, 27 anni, senegalese, il suo connazionale Brian Minthe, 43 anni, e Yousif Salia, 32 anni, ghanese. Tutti sono in generale accusati fin dall’inizio di concorso in omicidio volontario, violenza sessuale di gruppo e cessione e somministrazione di droga a minore, spiegano quotidiani e agenzie di stampa.

Per la fine della povera della povera Desirée sono stati arrestati e rischiano il processo anche i pusher Marco Mancini, Antonella Fauntleroy ed Alexander Asumado.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina