Yemen: il Programma alimentare mondiale sospende gli aiuti a causa degli Houthi (e dell’Iran)

in Esteri/Le Brevi

Il Programma alimentare mondiale ha iniziato la parziale sospensione degli aiuti nelle aree dello Yemen sotto il controllo di Houthi. La mossa annunciata giovedì arriva dopo che l’agenzia delle Nazioni Unite ha avvertito questa settimana che la milizia sostenuta dall’Iran stava deviando il cibo dai più bisognosi. La sospensione inizierà a Sanaa, colpendo 850.000 persone, ha detto il WFP. La città è l’ex capitale dello Yemen, dove gli Houthi hanno preso il potere dal governo riconosciuto a livello internazionale nel 2014, scatenando il conflitto.

L’organizzazione ha detto che la decisione è stata presa come ultima risorsa dopo che i negoziati sono stati bloccati per introdurre controlli per impedire che il cibo venisse deviato da coloro che ne avevano bisogno dai funzionari di Houthi. “Come in ogni zona di conflitto, alcuni individui cercano di trarre profitto predando il cibo vulnerabile e deviante lontano da dove è più necessario”, ha detto il WFP. “Il WFP ha cercato il sostegno delle autorità di Sana’a per introdurre un sistema di registrazione biometrica che evitasse la diversione e proteggesse le famiglie yemenite che serviamo, assicurando che il cibo raggiunga chi ne ha più bisogno. “Purtroppo, dobbiamo ancora raggiungere un accordo.” L’agenzia ha detto che manterrà il sostegno in città per i bambini malnutriti, le donne incinte e le madri che allattano. David Beasley, direttore esecutivo del WFP, ha avvertito gli Houthis lunedì che gli aiuti sarebbero stati sospesi a meno che i militanti non avessero immediatamente messo in atto accordi di registrazione e monitoraggio. Ha detto che fino al 60% dei beneficiari in sette centri di Sanaa “ha confermato di non aver ricevuto alcuna assistenza”.

“I bambini stanno morendo proprio ora per questo”, ha detto Beasley al Consiglio di sicurezza dell’ONU. Più di quattro anni di conflitto nello Yemen hanno creato quello che l’ONU descrive come la peggiore crisi umanitaria del mondo. Il WFP alimenta oltre 10 milioni di persone al mese in tutto il paese.

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Costantino Pistilli

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Vai a Inizio pagina