Foto Arab News

Iraq: un razzo colpisce un sito di compagnie petrolifere straniere

in Esteri/Le Brevi

In Iraq, un razzo ha colpito il sito dei quartieri residenziali e operativi di diverse grandi compagnie petrolifere globali, tra cui il gigante americano ExxonMobil, vicino alla città meridionale di Bassora, in Iraq, nelle prime ore di oggi, ferendo tre persone, ha detto l’esercito iracheno. Non c’era nessuna rivendicazione immediata di responsabilità. È arrivato dopo due attacchi separati in altrettanti giorni sulle basi che ospitano il personale militare statunitense in Iraq, mentre la tensione tra gli Stati Uniti e l’Iran è aumentata. Il razzo ha colpito il sito Burjesia ad ovest della città, secondo la polizia e una dichiarazione rilasciata dai militari. La polizia ha detto in precedenza che due lavoratori iracheni sono rimasti feriti. I media della sicurezza irachena ha detto che si occuperà di chiunque stia cercando di disturbare la pace del paese in una dichiarazione. “[Noi] non permetteremo di confondere con la sicurezza e gli obblighi dell’Iraq, e colpirò con le mani del ferro di tutti quelli che lo implorano”, hanno detto.

Gli Stati Uniti hanno evacuato centinaia di agenti diplomatici dall’ambasciata di Baghdad il mese scorso, citando minacce non specificate dall’Iran contro gli interessi statunitensi nel vicino Iraq, dove Teheran supporta alcune milizie sciite. L’incidente di mercoledì è arrivato proprio come lo staff della Exxon che è stato evacuato anche dopo che la partenza dei diplomatici aveva iniziato a tornare a Bassora. Una fonte della sicurezza ha detto che Exxon stava evacuando 21 agenti stranieri immediatamente in aereo per Dubai. Funzionari del petrolio hanno detto che le operazioni comprese le esportazioni dal sud dell’Iraq non sono state colpite dall’incidente.   Royal Dutch Shell ha dichiarato che tutto il suo personale in Iraq è rappresentato e le sue operazioni nel paese sono normali. “Restiamo vigili e continuiamo a monitorare la situazione della sicurezza e mantenere i contatti con le autorità locali”, ha detto un portavoce della Shell in una dichiarazione a Reuters. Il razzo era un missile Katyusha a corto raggio, hanno detto i militari. La polizia ha detto che è atterrato a 100 metri dalla parte del sito utilizzata come centro di residenza e operazioni da Exxon. Burjesia è vicino al giacimento petrolifero di Zubair gestito da Eni. Washington ha aumentato le pressioni sulle sanzioni nei confronti dell’Iran negli ultimi mesi e afferma di aver inviato forze addizionali alla regione per le tensioni con la Repubblica Islamica. Incolpa Teheran per gli attacchi alle petroliere nel Golfo di Oman la scorsa settimana. Teheran nega che sia coinvolto.

Entrambe le parti affermano di non volere la guerra, ma gli analisti avvertono che incidenti del genere potrebbero aggravare la violenza nella regione.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Costantino Pistilli

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina