Il Parlamento arabo classifica gli Houthi gruppo terroristico, invita l’ONU e la Lega Araba a fare lo stesso

in Esteri/Le Brevi

Il Parlamento arabo ha annunciato mercoledì che ha designato le milizie Houthi sostenute dall’Iran come gruppo terroristico per il suo ruolo nel colpire deliberatamente civili e installazioni civili, invitando la Lega degli Stati arabi e le Nazioni Unite a intraprendere azioni simili.La risoluzione è stata emessa durante un incontro del Parlamento arabo al Cairo a seguito dell’attacco terroristico alle installazioni civili in Arabia Saudita e alle navi mercantili nelle acque territoriali degli Emirati Arabi Uniti e del Mare di Oman, “ha riferito l’agenzia stampa saudita ( SPA).  Il Parlamento arabo ha invitato l’ONU e il Consiglio di sicurezza ad adottare una posizione ferma e immediata per classificare le milizie Houthi come un’organizzazione terroristica; per la sua flagrante violazione del diritto internazionale e il suo deliberato targeting di installazioni civili e vitali in Arabia Saudita con missili balistici e aerei. Ha inoltre invitato l’organismo mondiale a perseguire i suoi leader, finanziatori e sostenitori, siano essi stati o gruppi. Meshaal bin Fahm Al-Sulami, portavoce del parlamento arabo, ha detto che il Parlamento non condonerà alcun gruppo che si occupi di aree civili, come gli attacchi di Houthi ai paesi vicini come l’Arabia Saudita.“Questi attacchi sono un crimine di guerra”, ha detto. Ha anche menzionato che gli Houthi stanno minacciando i parlamentari yemeniti per aver partecipato alle sessioni parlamentari. Il parlamento ha condannato nei termini più forti l’attacco di Houthi contro due centrali petrolifere in Arabia Saudita e l’aeroporto internazionale del Regno di Abha nel sud-ovest.
Ha anche condannato il sabotaggio di quattro navi commerciali di un certo numero di paesi vicino alle acque territoriali degli Emirati Arabi Uniti e di due navi per il trasporto di petrolio nel Mare di Oman, affermando la sua piena solidarietà con l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti nel mantenere la loro sicurezza e stabilità e le misure prendono per proteggere la loro sicurezza e la sicurezza dei loro cittadini.
Il Parlamento arabo ha denunciato l’ingerenza negativa dell’Iran negli affari interni dei paesi arabi, direttamente o indirettamente, oltre a minacciare di chiudere lo Stretto di Hormuz, che è uno stretto internazionale per la navigazione internazionale e non può essere attaccato o danneggiato, o per mobilitare il suo organizzazioni terroristiche all’interno dei paesi arabi per destabilizzare la sicurezza e la stabilità.
Il parlamento ha anche denunciato il continuo lancio di missili balistici di fabbricazione iraniana da parte delle milizie Houthi in Arabia Saudita, che ha visto più di 225 razzi lanciati verso il Kingfom e hanno persino preso di mira la città santa della Mecca.
Il parlamento arabo ha dato pieno appoggio alle risoluzioni emesse dal vertice di emergenza arabo tenutosi a maggio in Mecca, chiedendo alla Lega araba di sollevare la questione delle minacce iraniane e della sua ingerenza negli affari interni dei paesi arabi al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per fermare questi interventi.
Il Parlamento ha chiesto al Consiglio di sicurezza dell’ONU, all’Assemblea generale delle Nazioni Unite e all’Unione interparlamentare di assumersi le proprie responsabilità nei confronti della violazione da parte dell’Iran dei diritti sovrani dello Yemen e del contrabbando di armi e missili balistici alla milizia di Houthi con l’obiettivo di destabilizzare la regione e mantenere il caos. Ha inoltre sollecitato l’ONU a costringere l’Iran a conformarsi alla risoluzione 2216 del Consiglio di sicurezza, che proibisce la fornitura di armi agli Houthi.

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Costantino Pistilli

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina