Hong Kong, benestare della Cina alla sospensione della legge sulle estradizioni Un milione di persone in piazza per chiedere la revoca e le dimissioni della governatrice.

in Esteri/Le Brevi

Pechino ha annunciato di voler dimostrare “sostegno, rispetto e comprensione” per la decisione del governo di Hong Kong di sospendere “sine die”, come annunciato ieri dalla governatrice Carrie Lam, l’esame della legge sulle estradizioni a beneficio della Cina. Lo riferisce l’ANSA.

La popolazione, nonostante gli sviluppi della vicenda, non è però soddisfatta, e malgrado la pioggia, anche oggi, domenica 16 giugno, ha manifestato  Victoria Park, questa volta per chiedere la revoca definitiva del provvedimento: in piazza c’erano circa un milione di persone. Jimmy Sham, uno dei leader della federazione che organizza le proteste, il Civil Human Rights Front (Chrf), ha fatto sapere che queste non si fermeranno fino alla revoca definitiva del disegno di legge. Inoltre ha chiesto le scuse ufficiali della governatrice Lam per ciò che è successo negli scontri di mercoledì, in cui ci sono stati 72 feriti. Anzi, i manifestanti chiedono proprio le dimissioni della Lam. Oltre un milione di persone aveva manifestato domenica scorsa in quella che è risultata essere la più grande manifestazione di protesta dal 1997, quando l’ex colonia britannica è passata alla Cina.


Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Vai a Inizio pagina