Napoli, debutta in consiglio comunale un consigliere che non sa l’italiano. Viraj Prassana, consigliere aggiunto, ha origine cingalese.

in Attualita'

FACCIAMO RIDERE I POLLI – DEBUTTA NEL CONSIGLIO COMUNALE DI NAPOLI VIRAJ PRASSANA, IL CONSIGLIERE AGGIUNTO CHE RAPPRESENTERÀ LE COMUNITÀ STRANIERE IN CITTA’ MA CHE NON SPICCICA UNA PAROLA DI ITALIANO – ORIGINARIO DELLO SRI LANKA, PRASSANA, AVRÀ DIRITTO DI PAROLA MA NON DI VOTO E PERCEPIRÀ UN GETTONE DI PRESENZA – L’INTERVISTA IN CUI ABBOZZA RISPOSTE TIPO “MOLTO PIACE…QUELLO…LAVORARE”.

Ha vinto le elezioni a consigliere aggiunto del Comune di Napoli la scorsa settimana, oggi Viraj Prassana ha fatto il suo debutto nel Consiglio comunale di Napoli. Sarà lui il consigliere aggiunto che rappresenterà tutte le comunità straniere che vivono nel capoluogo partenopeo. Prassana, originario dello Sri Lanka, avrà diritto di parola, ma non diritto di voto e percepirà un gettone di presenza. L’aula ha approvato all’unanimità la sua elezione a consigliere aggiunto del Consiglio comunale di Napoli. Questa figura è stata istituita nel regolamento di Palazzo San Giacomo.

(Fonte: Dagospia)

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Attualita'

Vai a Inizio pagina