Trump accusa l’Iran: “C’è la loro firma” nell’attacco alle navi nel Golfo dell’Oman

in Esteri/Le Brevi

Dopo le accuse del segretario di Stato Mike Pompeo, che ha attribuito al’Iran la responsabilità degli attacchi alle due petroliere nel golfo dell’Oman, venerdì mattina anche il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump ha puntato l’indice contro Teheran: sono stati gli iraniani ad attaccare le petroliere, “ci sono immagini che mostrano che è stato l’Iran a provocare le esplosioni”, ha detto durante un’intervista a Fox News, l’Iran é una nazione del terrore e non prenderemo alla leggera questa azione.

Trump non ha previsto alcuna potenziale risposta degli Stati Uniti all’attacco, dicendo che gli Stati Uniti sono stati “molto severi con le sanzioni”. Ha aggiunto: “Gli è stato detto in termini molto forti che vogliamo riportarli al tavolo”. “Sono pronto “, ha detto, e ha aggiunto che “senza fretta”.  Nel frattempo, la Russia ha avvertito di saltare a conclusioni affrettate sugli attacchi a due petroliere nel Golfo di Oman dopo che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump li ha incolpati dell’Iran.
“Riteniamo necessario astenersi da affrettate conclusioni”, ha detto il ministero degli Esteri russo, chiedendo un’indagine internazionale approfondita. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il primo ministro giapponese Shinzo Abe hanno discusso questa settimana gli attacchi a due petroliere nel Golfo di Oman in una telefonata di venerdì, ha detto la Casa Bianca, aggiungendo che Trump ha ringraziato Abe per lo sforzo di Abe di facilitare i colloqui con l’Iran. FONTE ARABNEWS


In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Vai a Inizio pagina