Emirati Arabi Uniti: l’attacco contro la petroliera del Golfo innesca ‘l’escalation pericolosa’

in Esteri/Le Brevi

Gli Emirati Arabi Uniti hanno detto che due attacchi alle petroliere nel Mar di Oman poche settimane dopo che quattro navi sono state danneggiate dagli EAU hanno segnato una “escalation pericolosa”. “L’attacco contro le petroliere nel Golfo di Oman è preoccupante sviluppo e una pericolosa escalation “, il ministro di stato degli affari esteri degli Emirati Arabi Uniti, Anwar Gargash, ha twittato dopo le esplosioni di giovedì. Gargash ha anche condannato l’attacco missilistico delle milizie Houthi che ha ferito 26 civili in un aeroporto nel sud-ovest dell’Arabia Saudita mercoledì. Ha detto che “l’evidente attacco ai civili” è stato solo l’ultimo di un’ondata di aggressioni ai ribelli “minando il lavoro politico delle Nazioni Unite e inviando un messaggio di continua violenza e ostilità”.
Questi sviluppi “devono spronare la comunità internazionale ad agire per mantenere la pace e la sicurezza nella regione”, ha detto Gargash. “La responsabilità di evitare un’escalation è collettiva”.  Le due petroliere, una di proprietà norvegese e una di proprietà giapponese, sono state incendiate nel Golfo di Oman al largo della costa dell’Iran giovedì, intensificando le tensioni in tutta la regione e inviando i prezzi mondiali del petrolio alle stelle. Il Segretario di Stato americano Mike Pompeo ha detto che ci sono forti prove della colpevolezza dell’Iran, dopo che il Comando Centrale degli Stati Uniti ha riferito di aver visto una motovedetta iraniana rimuovere una “miniera di mine inesplose” dallo scafo di una delle navi.

Il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha accusato l’amministrazione americana di “aver immediatamente tentato di fare accuse contro l’Iran senza uno straccio di prove fattuali o circostanziali”. Lo accusò di cercare di “sabotare la diplomazia” mentre il primo ministro giapponese Shinzo Abe visitava Teheran nel tentativo di allentare le tensioni tra Iran e Stati Uniti. emiIrati arabi un itn un successivo tweet, Gargash ha detto che “la credibilità (è) diminuisce” di Zarif.


“Ogni singolo giorno il riferimento del ministro degli Esteri iraniano Zarif alla squadra B diventa più farsesco e la sua credibilità diminuisce”, ha scritto Gargash. “Le pubbliche relazioni non sono un reale sostituto delle politiche costruttive: la riduzione progressiva della situazione attuale richiede azioni sagge e non parole vuote”.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina