Missile Houthi (made in Iran) colpisce l’aeroporto di Abha in Arabia Saudita, ferendo 26 persone

in Esteri/Le Brevi

Almeno 26 persone sono rimaste ferite oggi quando un missile Houthi sparato dallo Yemen (armato dall’Iran) ha colpito l’aeroporto internazionale di Abha in Arabia Saudita. La coalizione araba che combatte per sostenere il governo dello Yemen ha promesso una risposta ferma e ha detto che l’attacco ha dimostrato il sostegno di Teheran al terrorismo transfrontaliero. L’attacco è avvenuto nelle prime ore quando il missile ha colpito la sala arrivi dell’aeroporto nella provincia di Asir alle 2:21 del mattino La coalizione ha detto che i feriti erano tutti civili di diverse nazionalità e comprendeva due bambini sauditi e tre donne: un saudita, uno yemenita e un indiano.

Otto persone sono state trasferite in ospedale per il trattamento di lesioni moderate, mentre 18 sono state trattate nel sito per ferite minori. Il supervisore generale dell’Asir Central Hospital ha detto ad Al Ekhbariya che tutti i pazienti erano stati dimessi dalle 10 del mattino Parte della sala dell’aeroporto è stata danneggiata, ma in seguito le immagini televisive hanno mostrato ai passeggeri la fila in aeroporto mentre riprendevano i normali servizi. Il portavoce della coalizione Col. Turki Al-Maliki ha detto che le forze militari e di sicurezza stanno lavorando per determinare il tipo di “proiettile ostile” utilizzato nell’attacco.


La milizia Houthi, sostenuta dall’Iran, ha sparato dozzine di missili in Arabia Saudita dallo Yemen, missili a corto raggio oltre il confine o missili balistici a lungo raggio destinati alle principali città del Regno.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina