Mercurio: uno dei veleni più letali, che uccidono lentamente Difficile stabilire la causa della morte.

in Salute

Sapete che il mercurio (scientificamente il cloruro mercurico o “sublimato corrosivo”) è un veleno? Non solo, ma un veleno potentissimo, che uccide lentamente. Inoltre è difficile stabilire la causa dei malesseri che provoca (e quindi anche della morte per avvelenamento da mercurio): si pensa a un raffreddore, a un’anemia, ma dopo un mese si può morire. Messo nei cibi e nelle bevande della vittima, la sua unica traccia è appunto il metallo (in forma liquida) che si trova nell’organismo.

In realtà il mercurio è uno dei veleni forse più famosi, spiega il sito scientifico SmartWeek, ed è anche uno dei 5 più letali. Si presenta in forma organica e inorganica e nel primo caso è più tossico: causa tra l’altro tremori, allucinazioni, danni renali, alla corteccia cerebrale, al cervelletto, la perdita della vista e dell’udito. Ci sono diversi tipi di mercurio e la dose letale varia da 1 a 100 mg.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Salute

Vai a Inizio pagina