Mercurio: uno dei veleni più letali, che uccidono lentamente Difficile stabilire la causa della morte.

in Salute

Sapete che il mercurio (scientificamente il cloruro mercurico o “sublimato corrosivo”) è un veleno? Non solo, ma un veleno potentissimo, che uccide lentamente. Inoltre è difficile stabilire la causa dei malesseri che provoca (e quindi anche della morte per avvelenamento da mercurio): si pensa a un raffreddore, a un’anemia, ma dopo un mese si può morire. Messo nei cibi e nelle bevande della vittima, la sua unica traccia è appunto il metallo (in forma liquida) che si trova nell’organismo.

In realtà il mercurio è uno dei veleni forse più famosi, spiega il sito scientifico SmartWeek, ed è anche uno dei 5 più letali. Si presenta in forma organica e inorganica e nel primo caso è più tossico: causa tra l’altro tremori, allucinazioni, danni renali, alla corteccia cerebrale, al cervelletto, la perdita della vista e dell’udito. Ci sono diversi tipi di mercurio e la dose letale varia da 1 a 100 mg.


Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Ultime da Salute

Vai a Inizio pagina