Federcalcio asiatica contro BeIN Sports (e Qatar)

in Esteri/Le Brevi
Il canale BeIN Sports ha già perso i diritti esclusivi per la trasmissione delle partite in Arabia Saudita dopo che l’organo governativo del calcio asiatico ne ha revocato la licenza per le  “gravi violazioni” dell’emittente del Qatar per ottenere la licenza per trasmettere le partite di calcio. La federazione calcistica dell’Arabia Saudita “SAFF” ha dichiarato martedì di aver ricevuto una lettera ufficiale della Federcalcio asiatica “AFC” che revoca il monopolio dei canali Bein Sports sulla trasmissione delle partite di calcio asiatico nel suo territorio. L’organo di governo del calcio asiatico ha affermato che la decisione si basava su comunicazioni e ragionamenti legali che includevano le “trasmissioni illegali” di BeIN e le “violazioni sistematiche commesse contro i regolamenti del Regno”. La SAFF ha accolto favorevolmente la decisione dell’AFC che la definisce “equa”, dicendo Secondo la dichiarazione, BeIN non ha ottenuto le licenze necessarie per trasmettere le partite dell’AFC nel Regno Unito, ha incoraggiato tutte le federazioni internazionali a prendere misure simili contro BeIN, ha aggiunto.
La decisione di privare BeIN dei diritti di trasmissione in KSA entra in vigore immediatamente, a partire dalla partita di gruppo della Champions League asiatica di martedì tra i campioni sauditi Al Hilal e il club del Qatar Al Duhail allo stadio King Saud University di Riyadh. I campioni EAU Al Ain e il club iraniano Esteghlal compongono le altre due squadre nel Gruppo C. Ci sono altre 3 squadre saudite coinvolte nella Champions League asiatica di quest’anno – Al Nassr, Al Ittihad e Al Ahli.
Le partite nel Regno saranno invece trasmesse attraverso le piattaforme AFC, secondo la dichiarazione SAFF. La dichiarazione non ha fatto menzione se ciò avverrebbe attraverso la TV o le piattaforme online. La federazione KSA ha dichiarato che avrebbe offerto una troupe televisiva composta da commentatori e analisti e avrebbe elaborato le necessarie disposizioni tecniche per aiutare a coprire le partite. Questa decisione è stata presa prima del mese prossimo al Congresso AFC di Kuala Lumpur. Va detto che il voto per la presidenza AFC si svolgerà il 6 aprile, dove lo sceicco Salman bin Ibrahim Khalifa del Bahrain cercherà un terzo mandato. Gli altri candidati sono Emirati Mohammed Khalfan Al Romaithi e Qatar Saoud Al Mohannadi, vice presidente AFC.
In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Vai a Inizio pagina