Egitto, Grande Imam di Al-Azhar: “Giusto ‘bacchettare’ le donne”. Ma poi corregge il tiro.

in Esteri/Le Brevi

Dall’Egitto giunge la notizia che durante una trasmissione televisiva nell’appena concluso mese di Ramadan, il Grande Imam di Al-Azhar, Ahmad al Tayeb, avesse risposto positivamente alla domanda se fosse giusto che un uomo picchiasse la moglie “disobbediente”. L’ANSA riferisce che il quotidiano saudita Arab News ha spiegato che al Tayeb intendeva dire che la donna potesse essere colpita in modo “simbolico”, senza provocarle dolore o umiliarla (in pratica, come spiegano certi imam, colpirla con un fazzoletto o “bacchettarla” con il cosiddetto siwak, bastoncino che viene usato per pulire i denti).

Ciò aveva suscitato e suscita ovviamente numerose polemiche, in seguito alle quali, qualche giorno più tardi, l’eminente religioso islamico ha fatto una (parziale) marcia indietro. “Non siamo contrari ad aprire un dibattito sul tema tra scienziati (cioè esperti della legge islamica) – si legge in una nota dell’università – Spero di vivere abbastanza per vedere leggi nel mondo arabo e islamico che criminalizzano il fatto di picchiare (le donne)”.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina