Qatar, il supporto per l’Iran confermato dal ministro degli Esteri

in Esteri
ministro degli esteri qatariota

Il Qatar ha la sua “propria valutazione” diversa dagli Stati Uniti sulla politica nei confronti dell’Iran, ha detto il ministro degli esteri del Paese domenica. I commenti dovrebbero allarmare i membri dell’amministrazione Trump, che ha rinforzato la presenza militare americana nella regione dopo una crescente minaccia iraniana. Il Qatar ospita la più grande base militare degli Stati Uniti in Medio Oriente, ma è diventato sempre più vicino all’Iran, nonostante Washington abbia visto Teheran come il più grande sponsor di terrore al mondo. Da quando si è ritirato dall’accordo del 2015 per frenare il programma nucleare iraniano, il presidente Donald Trump ha aumentato le sanzioni e ha promesso di frenare le attività destabilizzanti di Teheran nella regione.n Parlando a Londra, il ministro degli Esteri del Qatar, Sheikh Mohammed bin Abdulrahman Al-Thani, ha detto che il Qatar ha rispettato la politica statunitense sull’Iran, ma ha aggiunto: “Abbiamo la nostra valutazione”. “C’è una grande pressione sull’economia dell’Iran, ma l’Iran ha vissuto sotto sanzioni per 40 anni. Non è mai stato così ma sono sopravvissuti. Non vediamo la ripetizione allo stesso modo creerà un risultato diverso “, ha detto. “Non vogliono avere una continuazione delle sanzioni allo stesso livello e avviare negoziati. Credono che ci fosse un accordo e gli Stati Uniti erano parte dell’accordo “. Lo sceicco Mohammed ha detto che il Qatar e altri paesi hanno parlato con l’Iran e gli Stati Uniti di allentarsi della tensione, esortando entrambe le parti a incontrarsi e trovare un compromesso. “Crediamo che a un certo punto ci debba essere un fidanzamento – non può durare per sempre in questo modo”, ha detto. “Dal momento che non sono disposti a impegnarsi in ulteriori escalation, dovrebbero venire con idee che aprono le porte”. Lo stretto legame del Qatar con l’Iran, insieme al suo sostegno a gruppi estremisti, è stato uno dei motivi per cui l’Arabia Saudita, gli Emirati Arabi Uniti e altri paesi del Golfo e arabo hanno tagliato i legami con Doha due anni fa. I commenti del Qatar su un diverso approccio all’Iran arrivano dopo che gli Stati Uniti il ​​mese scorso hanno schierato un gruppo di attacco di portaerei e bombardieri a lungo raggio B-52 nella regione per affrontare l’azione di escalation da parte dell’Iran. Gli Stati Uniti hanno anche detto che l’Iran è quasi certamente dietro un attacco a quattro petroliere, tra cui due navi saudite, al largo delle coste degli Emirati Arabi. Sheikh Mohammed ha anche parlato dell’imminente accordo di pace in Medio Oriente dell’amministrazione Trump, dicendo che c’era una disconnessione tra i palestinesi e gli Stati Uniti sul progettoArab News


Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina