Arabia Saudita: l’arte e la tecnologia possono costruire ponti tra popoli

in Esteri/Le Brevi

L’arte e la tecnologia possono costruire ponti tra popoli e paesi, ha detto oggi il ministro dell’Energia saudita Khalid Al-Falih mentre le opere di due artisti sauditi sono state esposte nel principale museo d’arte russo. “Per creare opportunità di costruire ponti economici, devi anche costruire comprensione e fiducia”, ha detto Al-Falih all’inaugurazione di una mostra d’arte nel Museo statale dell’Ermitage di San Pietroburgo, celebrando il legame tra tecnologia e cultura. “Questo dialogo culturale è connesso con il modo in cui le persone pensano e come si sentono, e con le tecnologie emergenti di oggi, che crea questa comprensione culturale su cui possiamo ulteriormente costruire prosperità economica, per la gente della Russia, ma soprattutto per le persone di tutto il mondo incluso il Medio Oriente. “

La mostra include l’arte di due donne saudite – Lulwah Al-Homoud e Daniah Al-Saleh – in una raccolta di 16 opere di artisti internazionali sul tema “intelligenza artificiale e dialogo culturale”. Il lancio dello spettacolo è stata una delle cerimonie ufficiali di apertura del Forum economico internazionale di San Pietroburgo, una riunione di tre giorni di leader aziendali, politici e intellettuali, a volte noti come i “Davos russi”. Al-Falih ha detto: “Guardiamo oltre l’arte stessa e la creazione di tecnologia che vedremo, impariamo ad apprezzare il talento di diversi paesi, connettiamo i punti tra gli affari, i popoli di tutto il mondo, le nazioni e tra scienza, tecnologia e innovazione, e sogno di un domani migliore. “


Ha detto che l’inclusione degli artisti sauditi ha dimostrato il progresso sociale e culturale del Regno nell’ambito della strategia Vision 2030 per trasformare il paese. “Parla allo sviluppo culturale, allo sviluppo scientifico e alle capacità dei giovani, in particolare delle donne, nel Regno dell’Arabia Saudita”, ha affermato.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina