Foto Bologna Today

Terrorismo: confermati due arresti a Bologna

in Cronaca/Le Brevi

Ancora Bologna e l’Hinterland… Ancora terrorismo di matrice islamica. Le accuse sono di finanziamento al terrorismo e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina: tutti tra i 22 e i 29 anni, tre cittadini somali tranne uno e due etiopi. Un cittadino somalo dal nome non noto e ricercato in Germania, 23enne, e O.I.,, 20 anni, già arrestato otto mesi fa a Bari, sono stati insieme ospitati a Bologna, all’hub di via Mattei, dopo essere arrivati dalla Libia, i cellulari dei due somali erano da tempo sotto la lente degli investigatori, perché segnalati dal servizio centrale di prevenzione di Roma su impulso di fonti di intelligence. I numeri dei due erano infatti stati trovati nella rubrica del terrorista Abu Hamza, personaggio arrestato in Somalia nel 2017 e reputato un referente locale delle milizie jihadiste in patria, come Al Shabaab. Intorno ai 10mila euro invece il bilancio dell’attività di raccolta di denaro da convogliare in Somalia, almeno stando alle intercettazioni, durate circa otto mesi. Il denaro veniva poi convogliato in Somalia anche attraverso il meccanismo di rimesse delle Hawala, reti di persone fidate che i incaricano di anticipare denaro per conto terzi, un sistema che muove flussi di contante in assoluto anonimato. Sotto le Due Torri entrambi sarebbero rimasti però solo pochissimi giorni, per poi andare a Forlì e di qui dopo qualche mese, partire l’uno per Bari e l’altro per la Germania, dove tutt’ora è latitante.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina