Notre Dame, piombo nel sangue di un bambino: disposto test per residenti e donne incinte Devono sottoporvisi famiglie con bambini di età inferiore ai 7 anni.

in Esteri/Le Brevi

Scattano provvedimenti dopo che nel sangue di un bambino è stato individuato del piombo con un tasso superiore al limite in relazione al rogo di Notre Dame del 15 aprile scorso. Alcuni media hanno informato che le autorità sanitarie parigine hanno esortato le famiglie residenti nella zona della cattedrale e con bambini di meno di 7 anni a sottoporsi ad un’analisi della quantità del piombo nel sangue. Tale controllo può essere effettuato recandosi dal proprio medico curante. Lo stesso invito è stato rivolto alle donne incinte. La notizia è stata comunicata dall’Agenzia regionale della Salute dell’Ille-de-France.

La struttura sanitaria che vigila sulle conseguenze del disastro sulla popolazione locale, ha anche indetto un’ “inchiesta ambientale” sui luoghi frequentati dal bambino in cui è stata riscontrata l’anomalia (la presenza di 50 microgrammi di piombo in ogni litro di sangue). Si precisa infatti che il piombo in eccesso può essere dovuto a cause diverse dall’incendio. Tuttavia i sanitari avvertono che l’anomalia non comportata terapie particolari.


Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina