Corea del Nord, è vivo ma in arresto inviato speciale per affari Usa Il principale quotidiano di Seul aveva detto che Kim Hyok – chol era stato ucciso dopo Hanoi.

in Esteri/Le Brevi

E’ vivo ma in stato di arresto Kim Hyok-chol, l’ (ex) inviato speciale del regime della Corea del Nord per gli affari Usa, tra i responsabili dei falliti negoziati di Hanoi. Lo ha reso noto la Cnn, smentendo quanto scritto sul Chosun Ilbo, il principale quotidiano di Seul, il quale sosteneva che l’uomo fosse stato fatto uccidere da Kim Jong-un con l’accusa di “spionaggio per conto degli Stati Uniti”.

Diverse fonti della famiglia di Kim Hyok-chol hanno fatto sapere che quest’ultimo è stato comunque fermato, perché le autorità nordcoreane vogliono sapere che ruolo abbia avuto nel vertice svoltosi in Vietnam lo scorso febbraio. Detenuto e indagato per lo stesso motivo anche Kim Song Hye, l’interprete del dittatore nordcoreano.


Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina