Algeria: niente elezioni per il 4 luglio

in Esteri/Le Brevi

Il consiglio costituzionale dell’Algeria ha concluso che non sarà possibile tenere elezioni presidenziali il 4 luglio come previsto, ha riferito la TV di Stato domenica, prolungando la transizione del paese dopo che il presidente Abdelaziz Bouteflika ha rassegnato le dimissioni due mesi fa.Il consiglio costituzionale ha citato la mancanza di candidati validi, affermando di aver ricevuto solo due candidati, ritenuti non validi.
Il voto avrebbe dovuto eleggere un nuovo presidente dopo che Bouteflika aveva posto fine al suo governo ventennale sulla scia delle proteste di massa che chiedevano riforme politiche più ampie. Le dimostrazioni sono continuate, chiedendo la fine del dominio delle élite che hanno governato da quando il paese ha conquistato l’indipendenza dalla Francia nel 1962.

Il consiglio non ha fissato una nuova data per le elezioni presidenziali, chiedendo al presidente ad interim Abdelkader Bensalah di organizzare un voto in un secondo momento, ha detto la televisione di Stato. Bensalah era stato nominato leader ad interim fino al 9 luglio. I manifestanti hanno chiesto la sua rimozione e quella del primo ministro Noureddine Bedoui, che è stato nominato da Bouteflika giorni prima di dimettersi. Il voto era stato indetto per eleggere il successore del presidente Abdelaziz Bouteflika, che si è dimesso il 2 aprile sotto la pressione congiunta delle manifestazioni di piazza e dell’esercito.


 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina