Nord Corea, giustiziato negoziatore del fallito summit con gli Usa Un altro è finito in un “campo di rieducazione”. Kim Jong-un rimprovera anche la sorella.

in Esteri/Le Brevi

Dopo il fallito summit di fine febbraio tra Corea del Nord e Stati Uniti, il regime di Kim Jong – un usa il pugno di ferro con i presunti responsabili: nel marzo scorso è stato mandato a morte il capo negoziatore Kim Hyok-chol e per settimane non si è visto negli eventi pubblici Kim Yong-chol, ex braccio destro del giovane dittatore. Ora si scopre che l’uomo politico è stato spedito in un “campo di rieducazione”.

Kim Jong – un ha rimproverato anche sua sorella minore Kim Yo –jong, che collabora con lui. Fonti non coreane hanno informato che alla donna “è stato consigliato di tenere un basso profilo”.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina