Algeria: no alle elezioni a luglio

in Esteri/Le Brevi

I media algerini hanno detto lunedì che ci sono state poche possibilità che le elezioni presidenziali si terranno come previsto il 4 luglio, dopo che solo due candidati – entrambi poco noti – hanno presentato le loro candidature. “L’elezione … sarà senza dubbio posticipata o cancellata”, ha affermato il quotidiano francofono El Watan. Il sondaggio era originariamente previsto per il 18 aprile, ma le dimissioni di lunga data del presidente Abdelaziz Bouteflika all’inizio del mese scorso, a seguito di enormi proteste di piazza, hanno costretto a un rinvio. Per essere eleggibili, i candidati – l’ingegnere aeronautico Hamid Touahri e Abdelhakim Hamadi, che dirige una compagnia di medicinali veterinari – devono essere sostenuti da 600 consiglieri comunali e 60.000 elettori locali in più della metà delle regioni del paese. “Ci sono poche possibilità che questi due (candidati) raccoglieranno con successo” le firme richieste, ha detto El Watan.

Il quotidiano arabo Echorouk ha detto che non c’è dubbio che “il Consiglio costituzionale dovrebbe annunciare ufficialmente il rinvio” del sondaggio. Touahri e Hamadi hanno incontrato una scadenza della mezzanotte di sabato per presentare le loro candidature, mettendo in moto un periodo di 10 giorni per il Consiglio costituzionale per decidere sulla loro ammissibilità. Nonostante la partenza di Bouteflika, i manifestanti hanno continuato a organizzare manifestazioni di massa ogni venerdì. Vogliono figure di regime, tra cui il capo dell’esercito Ahmed Gaid Salah e il presidente ad interim Abdelkader Bensalah, di dimettersi prima di ogni sondaggio, e chiedere alle nuove istituzioni indipendenti di supervisionare il voto.


 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

C.P.


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina