Milano, bimbo di 2 anni trovato morto in casa con segni evidenti di violenza su corpo: si cerca il padre

in Cronaca/Le Brevi

Tragedia in un appartamento alla periferia ovest di Milano, dove un bimbo di 2 anni è stato trovato senza vita. Sul corpicino ci sarebbero evidenti segni di violenza, riferiscono diversi media.

A chiamare aiuto, erano stati i genitori del piccolo, ma una volta giunti sul posto, soccorritori e polizia hanno trovato solo la madre, una 23enne croata. Del padre, un 25enne di origine croata e nato a Firenze, nessuna traccia: gli inquirenti lo stanno cercando.

La coppia ha contattato il 112 alle 6.02 di oggi, mercoledì 22 maggio. Entrambi i genitori, in lacrime, hanno dichiarato che il bambino aveva problemi respiratori, ma quando sono arrivati i soccorsi, era già morto. Avrebbe avuto i piedini legati, lividi e una ferita alla testa, per cui la madre (che è incinta del sesto figlio) ha accusato il marito.

Il prozio di quest’ultimo ha affermato senza mezzi termini che il giovane si merita l’ergastolo, per ciò che è accusato di aver fatto a suo figlio. Lo descrive come irascibile e violento: anche lui ne sa qualcosa, da quando 2 anni fa è stato aggredito dal pronipote senza motivo. “Ho ancora la cicatrice”, spiega l’uomo, la cui famiglia da allora ha rotto i ponti con il parente.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina