Cancro al seno: una dieta a basso contenuto di grassi aiuta a limitare i decessi Utili anche frutta, verdura e cereali integrali.

in Salute

Si è scoperto che una dieta a basso contenuto di grassi insieme a frutta, verdura e cereali integrati, contrasti i decessi per cancro al seno dopo la menopausa. Lo ha rivelato l’organizzazione Women’s Health Initiative (WHI) durante una conferenza stampa, e la notizia è stata riportata dal sito Corriere Nazionale.

“Modificare la dieta può influenzare favorevolmente il rischio di morte per il carcinoma mammario e crediamo che sia un obiettivo alla portata di molte pazienti, dato che nello studio lo è stato per 19mila partecipanti”, ha detto Rowan Chlebowski dell’Harbor-UCLA Medical Center di Torrance, in California, prima del congresso dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO) 2019, che si terrà dal 31 maggio al 4 giugno a Chicago.

“Per quanto ne sappiamo, questo è l’unico studio che fornisce evidenze cliniche randomizzate che dimostrano si può fare qualcosa per ridurre il rischio di morte per questo tu more”, ha aggiunto il ricercatore.

Corriere Nazionale fa sapere che tra il 1993 e il 1998 gli sperimentatori di 40 centri statunitensi hanno esaminato quasi 49mila donne che non hanno mai avuto il cancro al seno, si sottopongono ad un’assunzione giornaliera di grassi pari a circa il 32% delle calorie e hanno una mammografia normale. E’ stato chiesto loro di seguire la loro dieta solita oppure con più frutta, verdura, cereali integrali e grassi (20% delle calorie totali).

Sono state seguite per 8,5 anni in media e c’è stato un follow-up totale in media di 19,6 anni. Si è visto che queste donne sono riuscite a raggiungere un apporto medio iniziale di grassi del 24,5%, prima di assestarsi sul 29%.

Durante l’intervento si sono verificati l’8% in meno di tumori al seno, ma secondo i ricercatori questo non è stato un risultato significativo. Lo è stato invece il 21% in meno del rischio di morte.

Inoltre tra le donne che hanno avuto a che fare con il tumore, quelle che hanno seguito la dieta di cui sopra hanno avuto un rischio significativamente minore (-15%) di morte per qualsiasi causa. Si è trattato di uno studio di prevenzione del cancro, però: non aiuta se la donna è già malata.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Salute

Vai a Inizio pagina