“Nella Notte”, un romanzo di Concita De Gregorio

in Cultura

E’ uscito il nuovo libro della giornalista e scrittrice Concita De Gregorio: un romanzo intitolato “Nella Notte”, edito da Feltrinelli. La protagonista è una ragazza di nome Nora, profondamente interessata ad indagare sulla realtà che la circonda, e alla politica. Proprio di questa parla nella sua tesi di dottorato, dal suggestivo titolo “La Notte”, e in particolare delle ore in cui sfuma in modo del tutto inaspettato l’elezione a presidente della Repubblica del candidato immaginario Onofrio Pegolani. La tesi di Nora viene molto apprezzata dal suo relatore, il professor Atzeni, che offre alla giovane un prestigioso impiego in un centro studi di Roma. Il compito di Nora sarà quello di raccogliere ed archiviare informazioni top secret da divulgare, vendendole al miglior offerente. Lei ha intenzione di non prestarsi, ma a cambiare le carte in tavola arriverà Alice, amica di Nora ai tempi del liceo: bellissima, talvolta cinica, e sveglia nel relazionarsi con gli altri. Le due, sempre molto diverse tra loro, riscoprono l’amicizia di un tempo nonostante non si siano viste per anni.

Negli archivi del centro studi, Nora trova un capitolo della sua tesi che il professor Atzeni le aveva chiesto di togliere e riguardante un omicidio avvenuto nella notte in cui la carriera politica di Pegolani è andata in fumo, facendo precipitare in una crisi irreversibile il suo partito, quello dei Giusti. Una serie di domande si affollano nella mente di Nora, in merito alla presenza del capitolo della sua tesi in quell’archivio. Da lì parte una nuova indagine della ragazza: un’indagine che sarà anche su di sé, oltre che sui giochi di potere e le loro dinamiche, descritti dall’autrice con spietata lucidità e competenza, data da trent’anni di lavoro. Affronta argomenti come la corruzione, la manipolazione delle informazioni e le fake – news che circolano sui social network.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Cultura

Vai a Inizio pagina