Eurovision: l’intervista di Mahmood

in Attualita'/Le Brevi

Riportiamo l’intervista concessa all’agenzia stampa ANSA di Alessandro Mahmoud, in arte Mahmood, riuscito a conquistare il pubblico dell’Eurovision Song Contest 2019 Tel Aviv vincendo il Composer Award, il premio per la miglior composizione:  “Non ho né delusioni né rimpianti, questo per me è il risultato più importante della mia carriera”. E’ il bilancio di Mahmood che all’Eurovision a Tel Aviv ha mancato per un pelo di bissare il successo ottenuto a Sanremo con ‘Soldi’. “Sono stato a Tel Aviv dieci giorni – racconta all’ANSA – e con gli altri non c’era rivalità e competizione, ma tanto rispetto”. “Ce l’ho messa tutto e spero si sia visto, sì sul palco ho dato tutto”, aggiunge dopo aver ringraziato tutti per la performance che ha incantato la sala stampa e non solo. Il cantante dice di essere “contento” che a vincere sia stata l’Olanda: “mi piaceva il pezzo”. Non ha rimpianti di aver cantato in italiano quando quasi tutti gli altri hanno scelto l’inglese. “Se guarda al fatto che sono arrivato secondo con un brano in italiano direi proprio di sì scelta giustissima. Dall’Eurovision ho ricevuto il Composer Award, il premio per la miglior composizione, mi hanno detto che è la prima volta che un brano in italiano ottiene questo risultato”.
 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it



Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Attualita'

Vai a Inizio pagina