Qatar e Iran uniti contro gli USA. Incontro dei ministri degli Esteri dei delle due nazioni sponsor del terrore

in Esteri/Le Brevi

Aumentando la pressione internazionale sull’Iran, il suo alleato, il Qatar, si trova in una situazione precaria. Se la situazione dovesse degenerare e Washington deciderà di intraprendere un’azione militare, c’è il rischio reale che Doha possa condividere con Teheran informazioni riservate sull’intelligence militare statunitense, avvertono gli esperti. Mercoledì sera, l’emittente Qatar Al Jazeera, finanziata da Doha, ha citato un funzionario anonimo dicendo che il ministro degli Esteri Mohammed bin Abdulrahman Al-Thani si è recato di recente a Teheran per incontrare il suo omologo iraniano, Mohammed Javad Zarif. Il sito di monitoraggio di volo FlightRadar24.com ha rintracciato un aereo governativo del Qatar che è atterrato a Teheran alle 7 di sabato e ha preso il volo di ritorno per Doha alle 22:30 dello stesso giorno. Altri media hanno suggerito che il funzionario di Doha che ha visitato l’Iran fosse in realtà Sheikh Tamim, il governatore del Qatar.

Hamdan Al-Shehri, uno studioso di affari internazionali, da Riyadh ha detto che se l’America decide di intraprendere un’azione militare contro l’Iran, c’è il rischio che il Qatar ripeta il “tradimento” che si ritiene abbia commesso mentre partecipava all’operazione Decisive Storm nello Yemen nel 2015, durante il quale notizie non confermate suggerivano che le truppe del Qatar condividessero l’intelligence militare con le milizie Houthi sostenute dall’Iran.


“C’è la possibilità che gli Stati Uniti attaccheranno l’Iran, nel qual caso i B-52 e gli attentati americani voleranno fuori dalla base aerea di Al-Udeid in Qatar”, ha detto Al-Shehri. “In che modo il Qatar difenderà quindi la sua posizione di alleato dell’Iran? Ora vengono catturati e ciò è avvenuto a causa del boicottaggio del Qatar da parte del quartetto dell’Arabia Saudita, degli Emirati Arabi, dell’Egitto e del Bahrain. Il boicottaggio ha costretto il Qatar a perdere la sua duplicità “.

 

 

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Costantino Pistilli


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina