Protestano mezzi pubblici e scuole: si temono disagi Lo sciopero nazionale è stato indetto dall’Unione Sindacale di Base.

in Attualita'/Italia/Roma

Per oggi, venerdì 17 maggio, SkyTg24 ha annunciato che l’Unione Sindacale di Base (USB) ha indetto uno sciopero dei mezzi pubblici “contro la precarietà e a favore della riduzione dell’orario di lavoro”.

L’orario dello sciopero varia di città in città, ma si teme che dalle 9 alle 17, in tutte le regioni, vi siano disagi sui treni di Ferrovie dello Stato, Trenord e Italo.

Per quanto Roma, i servizi Atac e Roma Tpl sono stati sospesi dalle 8.30 e tali rimarranno fino alle 12.30; a Milano si prevede uno sciopero dell’Atm dalle 18 alle 22 e a dei mezzi a Napoli dalle 11 alle 15.

Nella Capitale sono stati registrati disagi e rallentamenti. Le metro sono rimaste aperte, ma vi saranno probabilmente riduzioni delle corse sulle linee A e B.

Scioperano anche le scuole, per iniziativa di alcuni sindacati come Cobas, Unicobas ed Anief. In questo caso lo sciopero è contro l’autonomia differenziata e in difesa dell’istruzione pubblica.

Manifestazione alle 9, anziché alle 10 com’era previsto, davanti a Montecitorio. L’evento è stato anticipato proprio per via dello sciopero dei trasporti. Alcuni sindacati, Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda scuola, hanno disdetto lo sciopero di oggi perché il 24 aprile scorso avevano raggiunto un accordo con il governo. I dipendenti Usb avevano già incrociato le braccia il 10 maggio.

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Attualita'

Vai a Inizio pagina