Marocco: pronti a bloccare l’immigrazione clandestina verso l’UE

in Esteri/Le Brevi

Il capo della sicurezza dei confini marocchino afferma che il regno del Nord Africa sta usando nuove tattiche per ridurre l’ondata di migranti che cercano di raggiungere l’Europa, fermando circa 25.000 tentativi di raggiungere la Spagna finora quest’anno. Khalid Zerouali afferma che ciò equivale a circa il 30 percento in più di offerte fallite da attraversare in Spagna, principalmente attraverso lo Stretto di Gibilterra, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Parlando alla Associated Press , Zerouali ha attribuito la diminuzione degli incroci alla nuova tecnologia di sorveglianza e al rafforzamento della manodopera, nonché l’azione contro i trafficanti di esseri umani.

Il numero di migranti arrivati ​​in Spagna lo scorso anno è stato di circa 60.000, eclissando le cifre per l’Italia e la Grecia. Quasi tutti sono arrivati ​​via mare. Nonostante gli aiuti e la cooperazione dell’UE, Zerouali ha principalmente attribuito al proprio paese l’influenza sugli incroci dei migranti. “Dall’inizio dell’anno 7.202 persone hanno raggiunto con successo la Spagna dal Marocco, circa 2.000 in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Più della metà degli sbarchi di quest’anno si sono verificati in gennaio con un netto calo dei numeri nei successivi tre mesi. Zerouali ha detto che gli sforzi del governo stanno dando i loro frutti e quest’anno le autorità hanno impedito a 25.000 migranti illegali, con un aumento del 30% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.


“Le autorità di Rabat hanno contribuito a combattere i trafficanti anche imponendo controlli sull’importazione e la vendita di attrezzature di navigazione (gommoni), ha aggiunto Zerouali”. L’UE ha promesso 140 milioni di euro di aiuti per la gestione delle frontiere del Marocco per “incoraggiare” le autorità di Rabat a frenare i flussi migratori e di questi circa 30 milioni sono stati erogati all’inizio di quest’anno.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Costantino Pistilli


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina