La Comunità Internazionale chiede al Qatar di rispettare i diritti umani

in Editoriale

 

 

 


di Souad Sbai

Alla 41a sessione del Consiglio per i diritti umani in corso a Ginevra, numerosi stati membri chiedono al Qatar di rispettare i diritti umani. Europa, Mondo arabo, Asia, Africa: tutti insieme contro il regime di Doha e le sue violazioni sistematiche dei diritti umani. Anche l’Italia.


 

Roma, in particolare, ha invitato la delegazione del Qatar ad adottare misure per abolire la discriminazione contro le donne, a interrompere l’esecuzione di condanne a morte e a coordinarsi con l’Organizzazione internazionale del lavoro per i diritti della manodopera straniera, con riferimento agli operai asiatici impiegati nella costruzione degli stadi e delle strutture che dovranno ospitare i Mondiali di calcio 2022. Ad oggi sono oltre 5 mila gli operai morti o rimasti feriti. Anche la Norvegia e l’Irlanda hanno esortato Doha a proteggere i diritti della manodopera straniera, annullando l’obbligo per i lavoratori di richiedere il permesso al proprio datore per lasciare il paese. L’Irlanda ha anche chiesto al Qatar d’interrompere l’esecuzione di condanne a morte e di abolire definitivamente la pena capitale.

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE CLICCA QUI

 


Ultime da Editoriale

Vai a Inizio pagina