Canada: islamista annuncia il suo arrivo per uccidere Asia Bibi, ma lei è ormai salva L’uomo ha diffuso un video. Minacciate anche diverse chiese pakistane dopo la scarcerazione della donna.

in Esteri

Sembra non esserci pace per Asia Bibi, nemmeno dopo che una settimana fa è potuta volare finalmente all’estero, in Canada, dal Pakistan, e riunirsi con tutta la sua famiglia a seguito dell’assoluzione per blasfemia nei confronti dell’islam il 31 ottobre 2018.

Dopo 10 anni di calvario e nonostante l’espatrio, la donna è stata ancora minacciata. Un islamista pakistano ha girato e diffuso un video dicendo di essere arrivato in Canada per ucciderla. Nel mirino anche “ai nemici dell’Islam e al governo ebraico che ha liberato Asia Bibi”.

L’uomo ha condito la sua minaccia con inni a Maometto. Il filmato è stato inviato all’agenzia stampa Catholic News dall’Associazione inglese dei cristiani pakistani, la quale ha fatto sapere che anche numerose chiese sono state minacciate dopo la scarcerazione

Secondo Wilson Chowdhry, presidente dell’associazione sopra citata, gli integralisti non aspettano che un pretesto per uccidere Asia Bibi, che prima dell’assoluzione era stata condannata a morte in patria. Ma ormai l’ex contadina madre di cinque figli che nel 2009 era stata accusata da alcune colleghe musulmane di aver insultato il profeta dell’islam durante un diverbio, solo per aver “osato” bere dal recipiente di un pozzo da cui avevano precedentemente bevuto donne musulmane, è in Canada, dunque è salva.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina