Sassari: assolti per terrorismo, tornano in carcere per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina Pericolo di fuga per due pakistani.

in Cronaca

Sono tornati in carcere, per pericolo di fuga, due cittadini pakistani che nel mese di aprile erano stati assolti con altri 6 connazionali dall’accusa di terrorismo. A processo erano andate in tutto 11 persone (10 pakistani e un afgano), accusati di far parte di una cellula di Al Qaeda con base a Olbia e di essere coinvolti nella strage che il 28 ottobre 2009 aveva causato 137 morti e oltre 200 feriti al mercato della città pakistana di Peshawar. In seguito i due sono stati condannati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. La notizia è riportata dai quotidiani sardi e dall’ANSA.

Il processo si è concluso il 13 aprile scorso con la richiesta da parte del pm della Dda di Cagliari, Danilo Tronci, di quattro ergastoli, altre condanne da 6 a 18 anni di reclusione, e un’assoluzione. Ora i due imputati che rischiavano di fuggire grazie ad una serie di contatti, secondo quanto detto da Tonci, si trovano rinchiusi nel carcere di Sassari per decisione della Corte d’Assise.


Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina