Emirati Arabi Uniti: c’è l’Iran dietro l’attacco alle navi saudite. Lo dicono gli USA

in Esteri/Le Brevi

Secondo quanto riferito da funzionari americani ci sarebbe l’Iran dietro all’attacco alle due petroliere saudite sabotate in acque territoriali degli Emirati arabi uniti e proprio gli Emirati hanno chiesto agli Stati Uniti aiuto nelle indagini. La valutazione iniziale di una squadra militare americana è che i delegati iraniani o iraniani usavano esplosivi domenica per far saltare in aria grandi buchi in quattro navi ancorate al largo delle coste degli Emirati Arabi Uniti, ha detto un funzionario americano.

Il funzionario ha detto che ogni nave ha un buco da 5 a 10 piedi al suo interno, vicino o appena sotto la linea di galleggiamento, e la convinzione iniziale della squadra è che i buchi sono stati causati da cariche esplosive. La squadra di esperti militari statunitensi è stata inviata per indagare sui danni su richiesta degli Emirati Arabi Uniti, ma i funzionari americani non hanno fornito alcun dettaglio su cosa sia successo esattamente o alcuna prova sul possibile coinvolgimento iraniano nelle esplosioni. Il funzionario non era autorizzato a discutere pubblicamente le indagini e ha parlato a condizione di anonimato.

I funzionari del Golfo hanno caratterizzato il danneggiamento delle petroliere come sabotaggio. Due petroliere saudite, una nave battente bandiera norvegese e una petroliera di bunkeraggio segnalata a Sharjah, uno dei sette emirati degli EAU, hanno subito danni simili domenica. Gli Stati Uniti hanno avvertito le navi che “l’Iran o i suoi delegati” potrebbero prendere di mira il traffico marittimo nella regione, e l’America ha spostato altre navi e aerei nella regione.

L’incidente arriva dopo mesi di crescente pressione diplomatica ed economica sull’Iran, che gli Stati Uniti accusano di minacciare gli interessi e gli alleati americani nella regione, tra cui l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Costantino Pistilli

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina