Fabio Fazio usato come capro espiatorio. Il cda non sapeva nulla

in Attualita'


L’appuntamento del lunedì con Fabio Fazio, “Che fuori tempo che fa”, chiuderà stasera con tre settimane di anticipo. Lo ha annunciato lo stesso conduttore in apertura della puntata di “Che tempo che fa”, ricordando poi i risultati di ascolto portati a casa dalla sua trasmissione: 13% lo share e un milione e mezzo di spettatori di media.

“Un avviso al nostro pubblico: domani sarà l’ultima puntata del lunedì sera, ci è stato comunicato che le ultime tre non andranno in onda”.

Le dichiarazioni della direzione Rai

La direzione di Rai Uno avrebbe dichiarato, secondo ANSA, che si tratterebbe di normali forme di cambiamento della programmazione, legate al periodo elettorale. Se la puntata del 20 maggio salterà per via dei blocchi in vista dei regolamenti televisivi, il giorno dopo le europee, il 27 maggio, Bruno Vespa condurrà come di consueto lo speciale di “Porta A Porta” sulla prima rete. La settimana successiva la Rai avrebbe deciso di non mandare in onda Fabio Fazio per una sola puntata dopo una così lunga interruzione. Si tratterebbe comunque dell’unico cambiamento del palinsesto in vista delle elezioni europee.


“Il cda non sapeva nulla”

Secondo Rita Borioni, consigliere di amministrazione Rai, il consiglio dell’azienda “non sapeva nulla” della cancellazione delle ultime tre puntate del lunedì di Fabio Fazio. Borioni, in un’intervista al Corriere della Sera, ha affermato di pensare che il conduttore sia diventato il capro espiatorio di un clima interno e esterno che lo avrebbero designato come bersaglio da colpire. La consigliera, della quota PD del cda, avrebbe poi sottolineato l’incoerenza della nota diffusa da Rai riguardo le motivazioni della cancellazione.

“Le consultazioni europee non sono un fatto improvviso, il calendario delle trasmissioni Rai, con i necessari cambiamenti che nessuno discute, andava messo a punto da tempo, certo non così all’ultimo momento, magari prevedendo il recupero delle puntate di Fazio”.

Borioni si è poi espressa sull’influenza della politica all’interno del servizio pubblico televisivo, affermando che vorrebbe chiedere spiegazioni ai vertici sulla decisione di cancellare il programma “Che Fuori Tempo Che Fa”.

“La Rai, lo sappiamo tutti, non è mai stata immune dal clima politico, meno che mai lo è adesso. La scelta, di cui chiederò spiegazioni ai vertici, colpisce un soggetto editoriale adesso debole come la trasmissione di Fazio. Vorrei anche sottolineare che l’attuale dirigenza di Rai Uno sta registrando un calo degli ascolti, anche se lieve: fino a questa nomina, i dati erano sempre in crescita, ora si stanno abbassando. Non mi sembra un bel risultato”.

Fabio Fazio è stato più volte critica dalla Lega e da Matteo Salvini. Il vicepremier ha ribadito più volte la decisione di non accettare l’invito nella trasmissione di Rai Uno per via dello stipendio troppo alto del giornalista. Tuttavia le dichiarazioni del ministro dell’Interno sul conduttore non sarebbero alla base della chiusura anticipata del programma.virgilio


Tags:

Ultime da Attualita'

Vai a Inizio pagina