Qatar Papers: in Lussemburgo il Parlamento discute di una legge sul finanziamento dei luoghi di culto

in Esteri/Le Brevi

Non molto tempo fa, i giornalisti francesi Christian Chesnot e Georges Malbrunot hanno pubblicato il loro libro “Qatar Papers”, descrivendo in dettaglio il finanziamento delle moschee in tutta Europa.

Il libro indaga sul finanziamento dell’Islam in Francia e in tutta Europa, concentrandosi principalmente sulla ONG Qatar Charity, che ha affrontato accuse di finanziamento del terrorismo e di avere stretti rapporti con i Fratelli Musulmani. Il libro parla del Lussemburgo in relazione a 2 milioni di euro apportati alla moschea di Bonnevoie.

In quel contesto, il deputato della CSV Laurent Mosar ha rivolto una domanda parlamentare al primo ministro Xavier Bettel, chiedendo se sapeva qualcosa sul denaro finanziato nella moschea. Mosar chiese cosa Bettel pensasse della questione e se fosse necessario introdurre una legge sul finanziamento dei luoghi di culto.

Il primo ministro ha dato a Mosar una risposta orale, affermando che il libro descrive una serie di progetti finanziati in molti paesi per un costo totale di 70 milioni di euro. Bettel ha affermato che le accuse devono essere verificate, in quanto il governo non ha potuto basare alcuna conclusione sulla base delle sole affermazioni degli autori.

Bettel ha evidenziato che il Lussemburgo ha regolamenti relativi ai finanziamenti, che dovrebbero essere rispettati da tutte le comunità religiose, compresa la Shoura. Il libro Qatar Papers contiene documenti segreti appartenenti alla ONG Qatar Charity, che è finanziata dalla famiglia reale del Qatar e si presume che abbia legami con i Fratelli Musulmani. Il libro di 295 pagine svela i piani del Qatar per diffondere l’estremismo in Europa attraverso 140 progetti di finanziamento per moschee, scuole e associazioni collegate ai Fratelli Musulmani.

I due giornalisti hanno affermato che la Fondazione Qatar è l’organizzazione più potente del piccolo paese. I giornalisti hanno condotto ricerche in sei paesi europei, in particolare in Francia, Italia e Svizzera, nella loro nuova indagine sulle reti, i metodi e le persone coinvolte nei finanziamenti del Qatar in Europa. Il libro sottolinea inoltre che la Fondazione Qatar trasferisce una somma mensile di € 35.000 a Tariq Ramadan, nipote del fondatore del Fratello Musulmano. (FONTE Meforum.org)

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

C.P.

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina