Napoli, arrestato l’uomo che ha ferito la piccola Noemi In manette anche il fratello per averlo coperto.

in Cronaca/Le Brevi

I media annunciano in queste ore che è stato arrestato l’uomo che avrebbe ferito gravemente la piccola Noemi il 3 maggio scorso a Napoli. Il vero obiettivo dei colpi era un pregiudicato, Salvatore Nurcaro.

L’arresto del presunto colpevole è avvenuto in Toscana, presso un autogrill di Rapolano Terme, sull’autostrada Siena-Bettolle. Hanno collaborato carabinieri, polizia e guardia di finanza. L’uomo non era armato e si trovava a bordo di una 500 bianca, a quanto pare in compagnia della madre e della sorella. Identificato grazie alle telecamere di sorveglianza, intercettazioni telefoniche ed ambientali, è stato portato alla caserma dei carabinieri di Siena, e da lì verrà condotto al carcere cittadino di Santo Spirito. Le indagini sono state coordinate dal procuratore Giovanni Melillo.

In manette, con l’accusa di averne coperto la fuga, è finito anche il fratello del presunto responsabile del ferimento della bimba di 4 anni, ancora ricoverata all’ospedale partenopeo Santobono. In questo caso l’arresto è avvenuto a Nola, in provincia di Napoli. I due fratelli sono figli di Vincenzo del Re, un boss del clan camorristico Di Lauro arrestato nel 2011 in una maxi-operazione che aveva portato in carcere 46 persone per spaccio di droga riguardante anche il Parco Verde di Caivano, dove erano stati uccisi i piccoli Antonio Giglio e Fortuna Loffredo.

Soddisfazione per gli arresti è stata espressa dal presidente della commissione Antimafia Nicola Morra, in procinto di partecipare ad una conferenza stampa per rivelare i dettagli dell’operazione, e dal mondo politico.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Vai a Inizio pagina