I bombardieri statunitensi del B-52 arrivano nel Golfo Arabico a causa di una non specificata minaccia iraniana

in Esteri

I Bombardieri B-52 inviati dalla Casa Bianca si sono schierati nel Golfo Persico per contrastare le minacce non del tutto specificate dall’Iran e sono arrivati ​​in una delle principali basi aeree americane in Qatar.
Immagini rilasciate dal Comando Centrale dell’Aeronautica USA mostrano i bombardieri B-52H Stratofortress che arrivano alla base aerea di Al Udeid in Qatar nella notte di giovedì.
Altri bombardieri sono atterrati in una località nascosta mercoledì nel “sud-ovest asiatico”,come riferito dall’Air Force. L’esercito americano in passato ha descritto la sua presenza sia nella base aerea di Al Dhafra negli Emirati Arabi Uniti che in Al-Udeid come “Asia sud-occidentale”.
L’Air Force ha identificato l’aeromobile come proveniente dal 20 ° squadrone di bombe della base aeronautica di Barksdale, in Louisiana.
Domenica, la Casa Bianca ha annunciato che avrebbe inviato il gruppo d’attacco della portaerei USS Abraham Lincoln nel Golfo Persico per contrastare Teheran. Il Lincoln giovedì ha attraversato il canale di Suez sulla strada per il Golfo Persico.
L’amministrazione del presidente Donald Trump non ha riferito dettagli specifici della presunta minaccia da parte dell’Iran.
Mercoledì, l’Iran ha annunciato che avrebbe iniziato a ritirarsi dal suo accordo nucleare con le potenze mondiali, un anno dopo che Trump ha ritirato l’America dall’accordo. Il presidente Hassan Rouhani ha dato ai leader europei una scadenza di 60 giorni per trovare un modo per proteggere l’Iran dalle sanzioni statunitensi contro la sua economia e l’industria petrolifera.
L’Unione Europea ha sollecitato l’Iran a rispettare l’accordo internazionale che ha frenato le ambizioni nucleari della Repubblica Islamica e ha aggiunto chenonostante il  blocco statunitense,   si  continua a commerciare con il paese.  Finora, i  membri della UE  non hanno offerto nuovi piani.
Da parte sua, Trump ha detto che voler parlare con i leader iraniani.
Giovedi, Trump ha riferito ai giornalisti della Casa Bianca testuali parole  : “Quello che vorrei vedere con l’Iran, mi piacerebbe che mi chiamassero “. Secondo quanto riferito da arab news non c’è stata alcuna reazione immediata da parte dell’Iran, che in passato ha detto di aver rifiutato richieste di incontri di Trump.