Roma: uccisa ex campionessa tunisina di atletica trovata morta. Un video inchioda il killer La donna è stata trovata cadavere il 2 maggio scorso sotto Ponte Sisto.

in Cronaca/Roma

Scoperta l’identità della giovane donna tunisina trovata morta con un borsone da palestra accanto su una banchina del Tevere sotto Ponte Sisto all’alba del 2 maggio scorso: si tratta di Imen Chatbouri, 37 anni, ex campionessa di atletica. E non è caduta accidentalmente dal ponte: è stata uccisa. Gli investigatori della Squadra Mobile hanno ricostruito un video con decine di spezzoni di filmati, e mostra il killer. Ora l’uomo, si pensa ad uno sbandato di origine straniera, con cui Imen aveva trascorso la serata precedente, è ricercato.

Dopo aver passato con lei la serata in un locale di Piazza Venezia, i due si sono separati, e la giovane, ubriaca, si è allontanata da sola verso Trastevere e Ponte Sisto. Si è appoggiata al parapetto e l’uomo l’ha presa per le caviglie e buttata giù. Poi si è dato alla fuga.


Le indagini sono condotte dal procuratore aggiunto Maria Monteleone e dal pm Antonio Verdi insieme ai carabinieri della Squadra Mobile e del Commissariato Trevi Campo Marzio, che procedono omicidio volontario aggravato dalla premeditazione. Per il momento sembra che non c’entri l’ultimo fidanzato della donna, un trentenne che frequentava da poche settimane: dal video il killer non sembrerebbe lui. Ma il cosiddetto “movente passionale” non è escluso.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina