Pace fiscale, rottamazione ter e saldo e stralcio: proroga ad ottobre

in MAIN

La rottamazione – ter andrà verso la proroga presumibilmente a fine ottobre. Lo riporta il sito Qui Finanza, che cita il sottosegretario al ministero dell’Economia, Massimo Bitonci: “Abbiamo pensato e scritto un emendamento, da presentare al decreto legge crescita, che prevede una riapertura termini abbastanza breve”, ha spiegato. Il nuovo termine (l’altro era il 30 aprile) dovrebbe portare alla chiusura prima di novembre.

C’è anche la questione dei contribuenti che (fanno sapere i commercialisti) non sono riusciti a presentare la domanda per aderire alla sanatoria a causa di problemi informatici. Costoro potrebbero incorrere in sanzioni, come il sequestro dell’auto o il pignoramento di una quota dello stipendio o della pensione. Ma non dovrebbe avvenire per gli aderenti alla pace fiscale, spiega Bitonci.

Il condono che sarà messo in campo entro la fine di giugno, spiega Qui Finanza, dovrà ricalcare quello appena terminato; quindi “non potrà ricomprendere l’anno 2018”. Il tema, però, “potrà essere ripreso nel 2020, con almeno una anno di riscossione alle spalle”, dice il sottosegretario. Non cambieranno i termini per versare le rate, quindi invece dei 5 anni a disposizione previsti dalla normativa attuale, se ne dovrebbero avere a disposizione 4 e mezzo.

Intanto sono ancora in corso i calcoli della sanatoria appena chiusa. Le domande presentate sono state oltre 1,7 milioni di domande (compreso il ‘saldo e stralcio’). E’ andata meglio del previsto, ha commentato il direttore dell’Agenzia delle entrate, Antonino Maggiore, sottolineando che i valori “sono allineati alle prime due rottamazioni”.

Sono stati controllati finora i requisiti di circa 1,5 milioni di domande: ne mancano altre 200.000, da vagliare. “Sono state presentate 1,2 milioni di domande per aderire alla rottamazione delle cartelle ‘targate’ tra il 2000 e il 2017, di cui quasi mezzo milione sono state presentate agli sportelli e più o meno la stessa cifra è arrivata attraverso i canali web – si legge su Qui Finanza – La ripartizione geografica delle richieste inviate telematicamente mette in evidenza che al primo posto si classifica la Lombardia, che da sola totalizza oltre un quinto del totale (110.179). Il saldo e stralcio, cioè la sanatoria dedicata a chi è in difficoltà, rappresenta circa un quinto del totale delle istanze presentate (277.621)”.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da MAIN

Vai a Inizio pagina