Gaffe al San Carlo di Napoli: inno franchista in presenza di re Felipe VI e dell’ex re Juan Carlos Arrivano le scuse, ma il caso è già rimbalzato sui media spagnoli.

in Esteri/Italia/Le Brevi

Gaffe diplomatica con la Spagna a causa di un errore del celebre Teatro San Carlo di Napoli: l’orchestra che ha aperto i lavori del Cotec Europa (organizzazione informale di cui fanno parte Italia, Spagna e Portogallo), ha suonato l’inno franchista anziché quello spagnolo attuale in presenza di re Felipe VI e di suo padre, l’ex re Juan Carlos, che ha abdicato nel 2014. La notizia è stata riportata dall’ANSA

Con i due sovrani c’erano il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed il collega portoghese Marcelo Rebelo de Sousa.

I due sovrani iberici sono rimasti impassibili, udendo quelle note, ma la diplomazia non ha potuto sottolineare lo sbaglio, rimbalzato sui media spagnoli. Alla presenza di Mattarella, il sovrintendente del San Carlo si è subito scusato (e il problema è rientrato). All’epoca di Francisco Franco, l’inno nazionale adottava i versi del poeta fedele al regime José María Pemán: oggi la musica è la stessa, ma non ci sono più quelle parole.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina