Kuwait: multe e arresto per chi non rispetta il Ramadan

in Esteri/Le Brevi

Il Direttore generale delle relazioni pubbliche e informazioni sulla sicurezza Il generale di brigata Al-Kandari ha dichiarato che la sua squadra sarà in costante veglia durante il mese sacro del Ramadan per attuare la legge per vietare a coloro che non rispettano il digiuno o valori e costumi associati a questo mese sacro ripete Al Anba ogni giorno.

La legge n. 44/1968 proibisce di mangiare in luoghi pubblici durante le ore di digiuno, quindi la punizione per mangiare in pubblico durante le ore di digiuno è la reclusione per un periodo non superiore a un mese e una multa non superiore a cento dinari, circa 290 euro o una di queste pene, inoltre i cittadini e i residenti con la presente si sono incaricati di chiamare il numero di emergenza 112 e segnalare, fare la spia, se vedono qualche concittadino che non rispetta le regole shiatiche. 

Alla fine della sua dichiarazione, il generale di brigata Al-Kandari ha chiesto ai genitori di assumersi la responsabilità per la cura, l’orientamento e la guida dei bambini osservando i comportamenti corretti e l’adesione alla morale pubblica.

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Costantino Pistilli

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina