Egitto: condannati 54 membri della Fratellanza musulmana

in Esteri/Le Brevi

Secondo il quotidiano egiziano Al Masry Al Youm il tribunale di Giza ha condannato 54 membri della Fratellanza musulmana a diverse pene detentive nel quadro delle proteste in piazza Al Nahda, al Cairo, nel 2013. Si descrive un caso avvenuto il 14 agosto 2013, quando le forze di sicurezza hanno iniziato a disperdere il sit-in al Nahda a sostegno del deposto presidente Mohamed Morsi e del movimento che lo sosteneva. Gli imputati sono stati condannati per aver terrorizzato la gente, mettendo in pericolo le libertà e la sicurezza del paese, e per aver assaltato proprietà pubbliche e private. Intanto, uno degli imputati è stato condannato a 25 anni di carcere, mentre gli altri 53 hanno ricevuto pene comprese tra i 3 e i 15 anni di carcere. Altri dieci imputati sono stati assolti.

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina